Le guide gastronomiche

Dalle cinquanta strutture di ristorazione pubblicate nella prima guida gastronomica del 1996, siamo arrivati a duecento, ciò che dimostra il continuo sviluppo della scena gastronomica istriana durante gli ultimi quindici anni. Mantenendo sempre gli stessi criteri di valutazione, quest’anno vi presentiamo 120 ristoranti, 50 osterie, 10 ristoranti “à la carte” di qualità all’interno di grandi alberghi e 20 strutture di ristorazione (rubrica “e inoltre…”) che non appartengono a nessuna delle categorie preesistenti, ma valgono una visita dato che ognuna delle strutture offre una sua particolarità (degustazione di prosciutti, di formaggi, ottimi dolci e simili). 

Il mosaico delle specialità enogastronomiche istriane è molto ricco e variegato.

Nelle pagine che seguono scoprirete ristoranti di lusso con menù esclusivi, ma anche osterie tradizionali che ancora oggi preparano i loro piatti nel focolare. Sono presenti anche gli agriturismi con la loro offerta di piatti tradizionali dai fornelli casalinghi (preparati con ingredienti di propria produzione) e ci sono anche alcune semplicissime trattorie nelle quali potete assaporare il fascino dei tradizionali brunch istriani come la minestra di granturco, la frittata d’asparagi o le sardine alla griglia. Tutte le strutture di ristorazione sono presentate in ordine alfabetico con i loro dati principali e le raccomandazioni di piatti per i quali sono famose.

I ristoranti e le osterie di particolare qualità che soddisfano le norme stabilite, sono stati identificati con IQ (Istrian Quality - qualità istriana), marchio che per molti anni è stato riservato esclusivamente ai vini, mentre ai locali migliori - in cima alla classifica di quest’anno - è stata assegnata la denominazione TOP 2012

Ci farà piacere sapere se concorderà con le nostre scelte. Se durante le vostre gite scoprirete un ristorante, una konoba o un agriturismo non citato nella nostra guida, ma che secondo voi merita una segnalazione, fatecelo sapere.

Buon appetito!