La rivista dedicata ai viaggiatori del gusto

C’è un vasto territorio, percorso agli estremi dai fiumi Adige e Danubio, dove i sapori del mare, delle pianure, dei laghi, dei monti superano ogni confine e ogni barriera, e compongono un mosaico enogastronimico unico al mondo. Questa variegata area, che comprende le Tre Venezie, l’Austria, la Slovenia, la Croazia, alcune province della Germania e la Franciacorta, è il regno di Papageno, la prima e unica rivista di enogastronomia dell’Alpe Adria, edita in italiano e tedesco. Con spirito libero e festoso, com’è quello del Flauto magico di Mozart dal quale prende il nome, Papageno va alla scoperta dei piaceri del gusto e delle tradizioni di queste terre, narrando di luoghi, personaggi, storie. Guida il lettore lungo itinerari da percorrere, sapori da conoscere, cose buone da acquistare, emozioni da vivere e condividere.

Non parla solo di cibi e di bevande, scoperti e valutati da grandi esperti, ma racconta la storia e la cultura dalle quali nascono, perché in ogni piatto, in ogni bicchiere etnie e popoli hanno messo le loro feste e le loro fatiche, le vittorie e le sconfitte, gli umori e i profumi della loro terra. La Serenissima, gli Asburgo, gli Ottomani hanno dato la storia a queste varie regioni, che un tempo divise da battaglie e rancori, hanno invece più motivi di armonia e di scambio, unite in un nome – Alpe Adria – che è già espressione di concordanze pur nella diversità. E che hanno fra di loro una sempre maggiore reciprocità di relazioni e di turismo, in particolare enogastronomico.

Papageno è una rivista trimestrale che esce ad ogni inizio di stagione e che ai sapori e ai piaceri di ciascuna si ispira. Vi scrivono grandi personaggi del mondo enogastronomico, quali Arrigo Cipriani e Christoph Wagner. Vi lasciano la loro testimonianza scrittori italiani, austriaci, serbi, croati quali Predrag Matvejevic, Giorgio Pressburger, Paolo Maurensig, Veljko Barbieri, Carlo Sgorlon, Tiziano Scarpa, Hans Kitzmüller, Mario Rigoni Stern, Eva Rossmann, tutti uniti dalla comune cultura mitteleuropea. Tengono la loro rubrica specialisti come Christa Hanten, Alberto Marcomini, Peter Lexe, Maurizio Stancanelli. Sono rubriche che spaziano in ogni sapere del sapore: vino e olio, acque minerali e distillati, ristoranti e osterie, birre e salumi e via assaporando.

Per ogni prelibatezza riscoperta, per ogni luogo da visitare, Papageno dà le indicazioni per mettersi in contatto e per visitarle: ogni rivista è guida, per ogni buon gourmet che ami anche viaggiare e vedere. Fascinoso è il susseguirsi delle immagini che hanno grande parte nella rivista. Le realizzano tutte fotografi valenti, e anch’essi non casuali gourmet. Papageno conta una tiratura di 32.000 copie. E’ distribuito attraverso abbonamento e in alcune edicole di Trentino, Veneto, Friuli e Venezia Giulia ed è presente, in allegato alla testata austriaca enogastronomia Genuss Magazin, nelle edicole di Alto Adige, Austria e nelle tre province tedesche di Baviera, Baden – Wurttember, Nordrhein – Westfalen.